In troppi fanno presto a dire “Dropshipping”!

In sintesi, il dropshipping è questo:

Quindi, che cos’è il dropshipping?

È una particolare forma di e-commerce dove sono venduti articoli che il venditore non possiede effettivamente a magazzino.

Questi articoli sono però disponibili presso il magazzino del produttore/fornitore.

Ogni volta che il venditore riceve un ordine lo inoltra al produttore/fornitore, che invia il prodotto all’acquirente.

Quali sono i soggetti interessati quando parliamo di dropshipping?

Il venditore

Il fornitore

Il cliente

Terzi incomodi

Qualcuno potrebbe dirvi che non è possibile gestire direttamente i rapporti con il fornitore e c’è bisogno di un intermediario che vi organizzi la struttura del negozio per un migliore controllo dell’attività: BALLE!

Come è nella logica delle cose, purtroppo, attorno ad un’idea che presuppone un ritorno economico, si agganciano immancabilmente una serie di “parassiti” che cercano di ritagliarsi una fetta della torta a discapito, quasi sempre, di chi ci mette l’impegno maggiore.

È il caso di chi vi offre, chiavi in mano, il sito bello e pronto con il catalogo del fornitore caricato, pronto ad essere messo in linea per iniziare a vendere. Solitamente questo avviene in cambio di un canone mensile di una certa entità (spesso difficilmente ammortizzabile).

Altri vi offrono (sempre a pagamento) la struttura del negozio “predisposta” ad ospitare i cataloghi di fornitori che, in ogni caso, dovrete contattare e acquisire voi.

Vediamo gli aspetti negativi di tutto ciò

La filiera si allunga appesantendosi di un altro soggetto che porterà ripercussioni sul prezzo finale degli articoli che saranno messi in vendita.
Ciò comporta una minore competitività con conseguente diminuzione delle vendite.

Per quanto il venditore possa personalizzare il sito, cambiando colori o dati aziendali, avrà in mano una esatta copia di un negozio clonato chissà quante volte. Questo, ovviamente, a discapito della rilevanza in termini SEO e indicizzazione.

Dipendenza vincolante da chi ha fornito la struttura del negozio. Eventuali modifiche, aggiornamenti strutturali, o la piena disponibilità del sito sarà sempre e comunque in mano ad un soggetto estraneo.

L’importanza dello scontrino medio

Un’altra cosa sulla quale porre attenzione è il valore dello scontrino medio del catalogo che andrete a caricare.

Spesso ci si concentra sul numero di articoli presenti in catalogo. Fa un certo effetto avere a disposizione cataloghi con decine di migliaia di articoli. Ma è proprio un bene?

Disporre di migliaia di articoli, che magari costano pochi centesimi (come ad esempio nel campo della componentistica elettronica), porta ad avere ordini dal valore medio molto basso. Ne serviranno, quindi, decisamente tanti per raggiungere la copertura dei costi e un utile adeguato.

Ciò comporta che ad un elevato numero di ordini corrisponde un elevato dispendio di tempo per poterli seguire e gestire in modo quantomeno sufficiente … tutto ciò sottrae tempo al venditore per attività più redditizie come azioni di marketing e ottimizzazione del sito.

La fase più importante:
La scelta del fornitore

L’elemento che più pesa sui risultati futuri dell’impresa, in senso assoluto, è la giusta scelta del fornitore (dropshipper). Una configurazione auspicabile per ripartizione dei margini e brevità della filiera dovrebbe presentarsi così

Spesso si improvvisano come fornitori pseudo grossisti o negozianti con necessità di smaltire le proprie giacenze di magazzino. La logica commerciale che ne scaturisce è un fallimento su tutti i fronti e spesso ci si trova a dover fare i conti con situazioni così

 

Ma ancor più frequente può essere il caso di margini risicati da dividere in diversi soggetti “interessati” dall’offerta

e qui abbiamo considerato solo la filiera che riguarda il prodotto, tralasciando eventuali “fornitori di servizi” legati alla parte web.

Una fase delicata: La spedizione

La spedizione di un ordine risulta essere la fase più delicata di tutto il processo relativo una transazione on line. Questo perché, dopo aver seguito con scrupolo il cliente e il suo ordine in tutte le fasi, il processo della spedizione risulta un servizio delegato a una parte terza, ovvero il corriere.
Per il venditore, questa risulta la fase più difficile da controllare e gestire.
Sappiamo che il trasporto con spedizionieri standard prevede numerosi passaggi prima del suo arrivo a destinazione. Ciò rende impossibile l’imputazione di responsabilità relative a problemi che dovessero verificarsi durante il trasporto.

Se volessimo analizzare tutti i feedback negativi dell’universo e-commerce, ci accorgeremmo che più della metà riguardano problematiche riconducibili alla fase di spedizione.

Qual è, allora, la soluzione?

La cosa migliore da fare, nell’ambito di un rapporto di dropshipping, è quella di indagare e approfondire la conoscenza del proprio fornitore in fatto di qualità del servizio di consegna. Se è possibile, occorre reperire feedback di clienti di questo fornitore, o di venditori in dropshipping che si sono avvalsi delle sue spedizioni, e trarne le dovute considerazioni. Qualità degli imballaggi, problemi durante la consegna, ritardi, danneggiamenti… sono tutte cose che messe insieme ci danno un’idea del modo di operare del dropshipper e dei corrieri di cui si avvale.

Occhio alle truffe

Spesso, la voglia di imbarcarsi in un progetto web che  (a parole) promette soldi a palate senza alcuna fatica, induce molte persone a scelte frettolose e dannatamente pericolose.

Ovviamente, non mancano gli avvoltoi che speculano su queste situazioni e su determinati stati d’animo.

Attenzione a chi promette la luna e non pretende (apparentemente) nulla in cambio.

Diventate investigatori: indagate su chi vi fa certe proposte. Cercate tutte le informazioni possibili ed immaginabili che riuscite a reperire. Questo potrebbe mettervi al riparo da situazioni veramente brutte.

 

 

Purtroppo, sono numerosi i casi in cui sono state perpetrate truffe, anche di notevole entità, generate dal pretesto del dropshipping.
Truffatori di turno che si presentavano come fornitori di cataloghi di prodotti per dropshipping riuscivano ad ingannare volenterosi venditori facendosi pagare profumatamente la struttura di un e-commerce precompilato a cui aggiungevano, poi, le somme derivanti dagli ordini che, puntualmente, non consegnavano.

Oggi, gli strumenti per ottenere notizie su persone ed aziende, sono alla portata di tutti.

Un’attività in dropshipping è una grande opportunità.

È necessario, però, stare molto attenti.

A volte, la smania di tuffarsi nell’impresa non permette di cogliere certi segnali di pericolo.

 

 

Meglio prendersi il tempo di approfondire tutti gli aspetti che è necessario conoscere bene.

Non trascurare mai gli elementi chiave che determinano il successo o l’insuccesso dell’impresa.

È bene trasformarsi in Sherlock Holmes ed indagare approfonditamente su tutte le terze parti che fanno parte del progetto.

Dopo queste importanti premesse, cominciamo a presentarci.

Chi siamo?

La nostra ragione sociale è Arteferretto Srl

 

Siamo una realtà aziendale nata nel 1980 nell’operoso Nord Est d’Italia.

Operiamo in uno dei settori più rappresentativi dell’eccellenza italiana: l’arredamento.

In particolare, siamo specializzati in quella nicchia che comprende la realizzazione artigianale di mobili in stile e di design.

Abbiamo un’esperienza decennale sull’e-commerce essendo stati pionieri nella vendita online di mobili e articoli per l’arredamento della casa.

Ovviamente, queste non sono “sparate” tanto per farci belli. Questi fatti sono facilmente controllabili anche solo verificando le date di registrazione dei nostri domini

Il dominio arteferretto.com è on line dal 2005 (sito aziendale)

Il dominio styledesign.it è on line dal 2007 (sito e-commerce)

 

 

All’inizio dell’esperienza e-commerce, quando dovevamo organizzare le spedizioni avvalendoci di corrieri, la maggior parte di questi sgranava gli occhi e ci rispondeva che era impossibile trasportare mobili (che non fossero in kit di montaggio). Fortunatamente abbiamo affrontato il problema con alcune organizzazioni lungimiranti, progettando, modifica dopo modifica, l’imballaggio più adatto alla protezione della merce. Abbiamo, di fatto, tracciato la strada per definire il metodo più affidabile per la spedizione di mobili assemblati, poi diventato uno standard anche per quei corrieri che solo a posteriori hanno iniziato a trasportare mobili. Siamo arrivati a contenere la percentuale di spedizioni danneggiate durante il trasporto ben al di sotto dell’1% e questo grazie ad una lunga strada di miglioramento intrapresa ben 10 anni fa.

Ogni scelta va ponderata, soprattutto se comporta un impegno di denaro ed energie.

Fiducia e sintonia: per noi costituiscono gli elementi che fanno la differenza in un rapporto di dropshipping esclusivo.

Arteferretto è un’azienda che produce e commercia i propri mobili direttamente.

Una scelta coraggiosa, presa più di 10 anni fa, dettata dalla volontà di sottrarsi a contratti capestro di grossisti e Grande Distribuzione, ci ha permesso di esprimere al meglio le nostre competenze di mobilieri artigiani snellendo la presentazione di collezioni apprezzate su tutti i mercati europei.

Abbiamo stretto collaborazioni e messo in campo importanti sinergie con numerose realtà produttive del mobile artigianale veneto e nel 2009 è nato il marchio AVR -Artigiani Veneti Riuniti regolarmente registrato presso la Camera di Commercio sezione Marchi e Brevetti.

 

La produzione Arteferretto si suddivide essenzialmente in

Mobili a marchio Arteferretto, progettati e realizzati per l’intero ciclo produttivo nello stabilimento di Merlara (Padova)

Mobili a marchio AVR per i quali una parte della produzione viene effettuata presso laboratori partner mentre l’assemblaggio e la finitura viene fatta nello stabilimento Arteferretto di Merlara.

In ogni caso, si tratta sempre di mobili che subiscono numerosi e severi controlli di qualità prima di essere ritenuti idonei alla vendita.

Fornitori in dropshipping di alta qualità

Il principio di questa scelta

Perché abbiamo deciso, oggi, di abbracciare un progetto di dropshipping?

La storia e i successi della nostra azienda sono sempre stati legati all’incapacità di frenare idee, creatività ed entusiasmo per il nostro lavoro.
Ogni giorno, il nostro operare ci porta ad incrementare un bagaglio di esperienze creative che ancora oggi, dopo quarant’anni, non ha smesso di crescere.

Il nostro settore, quello dell’arredamento di stile e di design, ci permette di lavorare con grande libertà di espressione. Le soddisfazioni non mancano e costituiscono una spinta per impegnarci sempre di più.

Tutto questo entusiasmo e voglia di fare ci mette ogni giorno in relazione con tanti colleghi, artisti e produttori del nostro settore. Con quelle aziende che, come noi, ritengono che le sinergie di tante realtà possono produrre vantaggi per tutti, abbiamo costituito il marchio AVR (Artigiani Veneti Riuniti) e ciò ha permesso di incrementare un catalogo ricco di articoli di autentico valore manifatturiero DOC veneto.

La scelta di proporre i nostri articoli in dropshipping nasce dalla consapevolezza di disporre di un prodotto dal valore universalmente riconosciuto al quale riteniamo sia doveroso riservare canali di diffusione web affidati a chi li può e li sa gestire in modo molto professionale.
Senza svalutarci e senza inflazionarci.

 

Noi pensiamo che alla base di un solido rapporto non possono mancare determinati valori

 

Meglio pochi venditori capaci che saranno soddisfatti, piuttosto di una marea di commercianti improvvisati destinati a stancarsi presto.

Com’è strutturata questa iniziativa?

Onde evitare di incorrere negli errori più comuni in ambito di dropshipping, abbiamo stabilito delle linee guida che, siamo sicuri, torneranno a grande vantaggio per i venditori a cui concederemo il nostro catalogo:

  • Concessione del catalogo standard ad un numero limitato di venditori (numero chiuso)
  • Totale gratuità del catalogo standard ai venditori idonei alla vendita dei nostri prodotti
  • Metteremo a disposizione il feed nel tradizionale formato CSV da cui il venditore estrapolerà gli articoli del catalogo.
  • Per un numero ancor più limitato di venditori metteremo a disposizione un catalogo prodotti denominato PLUS, che conterrà, oltre al catalogo standard, anche le collezioni della stagione in corso.
  • Il catalogo SUPER conterrà tutti gli articoli, comprese le novità delle collezioni appena uscite (che potranno, quindi, sfruttare la risonanza mediatica di eventi come ad esempio “Il salone del mobile di Milano”). Questo catalogo, inoltre, sarà accuratamente personalizzato in fatto di descrizioni, immagini e Sku, con un grandissimo vantaggio a livello di indicizzazione.

 

Le spedizioni degli articoli di tutte le aziende facenti parte del marchio AVR, saranno gestite dal magazzino di Arteferretto (10 anni di esperienza in fatto di spedizione di mobili per il mercato internet) che ne curerà i dettagli, il collaudo e l’imballaggio, affidando poi la spedizione al corriere ritenuto più idoneo.

Altre cose utili da sapere…

Ho un e-commerce dove vendo già articoli di biancheria e accessori per la casa. Posso aggiungere il vostro catalogo?

Non abbiamo alcuna preclusione in tal senso anche se il tasso di vendita su negozi monotematici è molto più alto rispetto i negozi generici.

Se un cliente mi rivolge qualche domanda specifica a cui non so rispondere, come mi devo comportare?

Dal lunedì al venerdì, in orario lavorativo, siamo sempre presenti su Skype, pronti a fornire risposte immediate. Di sera e nei week end il supporto tramite e-mail è sempre disponibile e molto veloce.

Mi piacerebbe intraprendere questo progetto, ma temo di non conoscere bene il prodotto.

Offriamo tutto il supporto per apprendere le informazioni essenziali per acquisire una buona competenza in poco tempo. Ribadiamo, comunque, che il nostro supporto sarà sempre presente e continuativo.

Con quale frequenza viene aggiornato il catalogo? Corro il rischio di vendere articoli che non sono disponibili?

Il catalogo viene aggiornato mediamente con frequenza settimanale. Non si corre il rischio di vendere articoli non disponibili perché essendo produttori abbiamo un controllo diretto sulle giacenze di magazzino che vengono regolarmente controllate e mantenute.

È possibile visitare il vostro stabilimento?

Certamente sì, questo potrà contribuire ad una maggiore conoscenza del ciclo di produzione e preparazione degli articoli proposti in vendita.

Posso contare anche su materiale illustrativo relativo gli articoli in vendita?

Certo, metteremo a disposizione con frequenza regolare immagini e contenuti relativi a mobili, avvenimenti, presentazioni di nuove collezioni… per ravvivare e costruire una home page di qualità.

Posso recedere dall’accordo senza penalità?

Certo, per interrompere la collaborazione non ci sarà alcun costo.

Contattateci per maggiori informazioni

compilate il form sottostante o scrivete direttamente a

amministrazione@arteferretto.com

footer-logo

© Copyright 2008 -    |   Arteferretto srl   
All Rights Reserved